Pillola blu: Il ritorno del solito, vecchio Cousins e il crollo dei Clippers

Welcome back DeMarcus Cousins. A distanza di un anno dalla rottura del tendine d’Achille sinistro, il quattro volte All-Star ha rimesso piede per la prima volta su un campo NBA per una partita ufficiale. Partito in quintetto con la sua nuova squadra – quei Golden State Warriors che hanno finalmente ristabilito le gerarchie – Cousins ha dimostrato di non essere cambiato molto durante la sua assenza.

Lo #0 ha giocato solamente 15 minuti, nonostante fosse partito nel quintetto composto da soli All-Star con Curry, Thompson, Durant e Green. Nel tempo trascorso sul parquet è riuscito a farsi cacciare per aver raggiunto il limite di falli consentito. Cousins rimane croce e delizia per gli amanti del gioco. Il tabellino di questa notte parla da sé. Nonostante il tempo limitato ha messo a referto 14 punti (con tre triple realizzate su quattro tentativi), ha raccolto 6 rimbalzi e si è calato senza troppi problemi nel flusso di Golden State (3 assist). La presenza di DMC aggiunge potenziale e una ulteriore freccia alla faretra di Stev Kerr in vista dell’assalto al terzo titolo consecutivo.

Se la faccia illuminata della Boogie night sono gli Warriors, quella nascosta sono i Los Angeles Clippers, giunti alla quinta sconfitta consecutiva e alle prese con qualche infortunio di troppo. La franchigia meno nobile di L.A. deve fare i conti con un problema alla schiena per Danilo Gallinari (già chiamato fuori per le prossime due partita da Coach Rivers) e al bicipite femorale destro per Lou Williams (out tutta la prossima settimana).

Con la sconfitta di questa notte i Clippers sono scivolati fuori dalla griglia playoff e si preparano ad un ciclo di partite durissimo, arrivato nel momento peggiore del roster per forma fisica e qualità del gioco espresso. Dieci delle prossime quattordici partite verranno giocate in trasferta, di cui solo tre contro squadre che non sono ancora in corsa per i playoff. In una Western Conference che non perdona passi falsi il prossimo mese potrebbe essere la pietra tombale sulla stagione fin qui positiva dei Clippers.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...