Pillola blu: San Antonio si prende la sua vendetta su Kawhi Leonard

Notte di emozioni a San Antonio, intense e contrastanti. Il ritorno nel Texas di Danny Green e Kawhi Leonard – dopo la trade estive che ha visto i due fare le valigie per il Canada, con DeMar DeRozan e Jakob Poeltl a fare il viaggio inverso – si è aperta con un emozionante video tributo dei due in canotta nero-argento.

Se l’accoglienza ufficiale pare benevola anche verso il #2, quella del pubblico è totalmente opposta per i due ex.

Il pubblico ricopre Leonard di grida e canti ogni singolo possesso, oltre ad esultare a tutti i sui errore dalla lunetta del tiro libero o dal campo. Il clima creato dal ritorno a casa del “traditore” trasforma una normale partita di regular season in un incontro da vincere a tutti i costi. Se gli Spur si nutrono dell’elettricità che permea l’AT&T Center sin da prima della palla a due, Raptors finiscono per rimanerne fulminati: solamente 19 punti nel primo quarto a fronte dei 38 subiti, con un punteggio che a metà partita si attesta a 51-67 per i padroni di casa. Numeri alla mano, il peggior inizio della stagione per i canadesi.

A soffiare nelle vele del lanciatissimo galeone texano è l’altro ex, quello con il dente avvelenato. DeMar DeRozan si regala una prestazione da urlo nei primi due quarti: 19 punti, 10 rimbalzi e 5 assist nei primi 24′ di gara. Il primo a mettere insieme una statline parziale di questo livello da 11 anni. L’ultimo a farlo era stato Tim Duncan.

DDR finirà la sua serata con 21 punti, 14 rimbalzi e 11 assistenze, la prima tripla doppia in carriera per il #10. Meglio di una sceneggiatura hollywoodiana…

Le buone intenzioni mostrate dai Raptors a fine secondo quarto, però, rimangono nello spogliatoio. La seconda forza ad Est viene buttata definitivamente in un dirupo dal parziale di 12-0 a favore dei padroni di casa con cui si apre la terza frazione, che allarga la distanza fino a ventotto lunghezze. Nonostante i tentativi di Leonard i Raptors non scendono mai sotto i venti punti di differenza, rendendo sostanzialmente il quarto quarto un garbag time che permette a Bryan Forbes di cavalcare la sua straordinaria serata al tiro (20 punti totali, 6/7 da 3). Finisce tanto a poco. I San Antonio Spurs e DeMar DeRozan si sono presi la loro vendetta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...